ban WhatsApp

WhatsApp si è rivelata la piattaforma preferita degli utenti, in queste settimane caratterizzate dall’emergenza Coronavirus. Anche in questa delicata fase due, in cui gli spostamenti su scala nazionale ed internazionale sono ancora limitati, tanti utenti continueranno ad affidarsi all’app di messaggistica per incontrare virtualemente amici e parenti lontani.

 

WhatsApp ed il ban per gli utenti: rischio alto con le nuove regole

In queste settimane, dato il grande numero di utenti presenti quotidianamente su WhatsApp, tanti malintenzionati del web hanno cercato di trarre beneficio dal seguito di WhatsApp. Da inizio febbraio, i soprusi sulla chat sono aumentati di giorno in giorno. Ciò ha portato ad un’azione ferma degli sviluppatori con ondate di ban che hanno riguardato migliaia di utenti. 

In base alle azioni del team di supporto della chat, una severa punzoni è prevista per tutti coloro che da qui in aventi continueranno a condividere fake news. Già in queste settimane, tanti account di diffusori seriali di finte notizie sono stati bloccati.

Un alto rischio di ban è previsto anche per quegli utenti che continuano a inviare imperterriti messaggi di spam attraverso il famoso stratagemma delle catene. Per evitare la diffusione degli spam, il team di WhatsApp ha previsto anche nuove regole per la condivisione dei messaggi.

Infine, ma non per ultimo, WhatsApp utilizzerà il pugno duro per combattere anche i cybercriminali che diffondono file infetti tra cui virus e malware. E’ stato notato, infatti, che durante l’emergenza sanitaria è aumentata in maniera esponenziale sulle varie conversazioni la presenza di file dannosi per lo smartphone.