Lo smartphone OnePlus 8 Pro si è recentemente aggiornato alla OxygenOS 10.5.9, solo dopo un paio di settimane dal debutto della versione precedente, la 10.5.8, che aveva anche introdotto le patch di aprile.

L’update più recente è stato rilasciato per limitare il filtro Fotocromia che tanto aveva fatto discutere nei giorni scorsi. Scopriamo insieme tutti i dettagli della questione.

 

OnePlus 8 Pro saluta momentaneamente il filtro infrarossi

Tutti i possessori dello smartphone OnePlus 8 Pro riceveranno l’aggiornamento via OTA nel corso dei prossimi giorni. La soluzione del filtro infrarossi era stata implementata dalla stessa OnePlus per dare alle foto un particolare effetto di colore, ma si era scoperto che il sensore Color Filter da 5MP era in grado di visualizzare la luce infrarossa vedendo attraverso sottili strati di plastica e di tessuto. Un effetto non voluto, certo, ma che ha messo in imbarazzo il brand che sin da subito ha promesso di rimuoverlo.

Questo quanto pubblicato nelle scorse ore sul forum di supporto: “Negli ultimi giorni si è discusso molto sulle capacità della fotocamera con filtro a colori su OnePlus 8 Pro […] Sebbene riteniamo che questa fotocamera offra agli utenti la possibilità di essere più creativi con la fotografia da smartphone, capiamo anche le preoccupazioni che sono state sollevate. Pertanto, stiamo già lavorando a un OTA che lanceremo nelle prossime settimane per offrire il filtro Fotocromia con dei limiti alle funzionalità che potrebbero essere fonte di preoccupazione.

Nel frattempo, abbiamo deciso di disabilitare temporaneamente questo filtro su HydrogenOS per un eccesso di cautela in merito ad alcune informazioni false e fuorvianti che circolano sui social media in Cina. Tuttavia, non prevediamo di disabilitare questo filtro su OxygenOS, il nostro sistema operativo globale, concentrandoci invece nel rendere disponibile l’OTA al più presto possibile“.

Questo il changelog dell’aggiornamento dal peso di 2,35GB: “rimosso temporaneamente il filtro Fotocromia per correggerlo. Si prevede che la funzionalità torni verso giugno, ma la tempistica esatta è soggetta al più recente annuncio ufficiale“.