Il social network Facebook ha recentemente rilasciato una nuova applicazione dedicata alle chiamate audio denominata Catchup, creata dal gruppo di ricerca e sviluppo interno del colosso.

In seguito all’applicazione cooperativa per la creazione di video musicali, il colosso di Menlo Park sta attualmente testando negli Stati Uniti Catchup, progettata per aiutare famiglie ed amici ad effettuare chiamate vocali di gruppo con un massimo di otto persone.

 

Facebook ha recentemente lanciato l’applicazione Catchup

Catchup si differenzia dalle altre applicazioni di chat di gruppo in quanto le chiamate sono solo audio, non video, e mostrano lo stato degli utenti per indicare che sono disponibili alla conversazione. L’app sembra prendere spunto dall’app Houseparty, divenuta recentemente molto popolare, per via dei blocchi e delle chiusure per Coronavirus. La piattaforma ha affermato che l’applicazione è stata costruita in modo che le persone possano effettuare chiamate quando sanno che l’altra persona è disponibile.

Il rischio che la persona sia occupata è infatti “uno dei motivi principali per cui le persone non effettuano più chiamate“. Catchup non avrà bisogno di un account Facebook per il funzionamento: l’app funziona con l’elenco dei contatti del proprio smartphone e offre diverse impostazioni sulla privacy. In questo modo l’utente può controllare chi tra i propri contatti presenti su Catchup è disponbile per partecipare alle chiamate uno a uno e alle chiamate di gruppo.

Al momento l’applicazione è disponibile al download gratuito per iPhone e la si può scaricare direttamente dall’App Store, anche se attualmente non è presente ancora nello Store italiano. Non ci resta che attendere ancora qualche giorno o qualche settimana per avere maggiori notizie sul suo sbarco anche nel nostro Paese.