IPTV e pirateria: lo Stato infligge pene severe ai trasgressori Sky e DAZN

La pirateria ha scoperto nell’IPTV un nuovo metodo per arrivare a quante più persone possibili. Sono infatti milioni in tutto il mondo gli utenti che utilizzano questo servizio, il quale infrange tutti i canoni della legge. Viste anche le grandi lamentele da parte dei licenziatari che si occupano del mondo pay TV, i controlli sono aumentati a dismisura. Ora infatti tutti potreste finire nella rete delle forze dell’ordine che ormai non fanno più sconti.

Per ottenere tutti i giorni le migliori offerte di Amazon con codici sconto in regalo, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

 

IPTV: ecco cosa potrebbe succedere se dovessero beccarvi le forze dell’ordine

L’IPTV ha portato alla rovina 223 utenti italiani che ora sono stati multati con cifre da capogiro. Alcuni di questi finiranno addirittura in galera per il reato perpetrato, mentre tutti dovranno consegnare i dispositivi utilizzati tra cui anche i propri smartphone.

“L’operazione annunciata dal Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza in tema di contrasto alla diffusione di IPTV pirata si inquadra in un contesto strategico più ampio legato al fenomeno della pirateria che in Italia resta un problema centrale per l’industria audiovisiva e per il settore della cultura più in generale” dichiara Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale della Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali (FAPAV).

“La strategia della nostra Federazione è quello di collaborare con le Forze dell’Ordine e le Autorità preposte per scardinare la piramide illecita e criminale che si cela dietro la pirateria, sia fisica sia digitale.”