blankSky Internet è stato colpito da alcuni problemi di rete, soprattutto in zone circoscritte. L’area maggiormente colpita è il Regno Unito al momento.

I problemi sembrano essere particolarmente diffusi in Cornovaglia. Sky ha riferito che si tratta di un problema tecnico. “Dopo un’indagine da parte dei team di supporto siamo ora in grado di confermare che c’è un’interruzione di scambio multiplo in alcune aree”, conferma l’azienda su Twitter. “Stiamo lavorando duramente per trovare una soluzione.”

La società ha risposto agli utenti per scusarsi dei problemi e chiedere loro di tenere d’occhio la pagina informativa di Sky a riguardo, che consente ai clienti di verificare se i loro servizi funzionano o meno. La società di monitoraggio della rete ThousandEyes dichiara che le segnalazioni di interruzione dei servizi a livello globale sono aumentate del 42% da metà febbraio. Tuttavia, i servizi online sono rimasti sostanzialmente stabili nonostante l’afflusso di traffico nettamente incrementato che ha portato alle varie interruzioni.

Sky Internet: recenti disservizi dovuti probabilmente ad un afflusso maggiore di utenti online

“Sebbene le interruzioni non siano costanti e repentine, nelle ultime settimane si è verificato un notevole aumento del traffico dovuto a Internet e alle piattaforme di business, media e social a causa della pandemia, quindi è semplice incorrere in alcune problematiche”, afferma Ian Waters, direttore marketing di ThousandEyes. “Il maggior utilizzo dei servizi online non dovrebbe causare necessariamente più interruzioni tecniche. Ci sono diverse ragioni per cui avviene”.

“Ad esempio, la scorsa settimana, abbiamo notato che molti utenti non erano in grado di usufruire di un’importante applicazione aziendale. Parte dei suoi domini non riuscivano a funzionare correttamente con alcuni indirizzi IP. Mentre l’interruzione è durata circa 20 minuti, il servizio risultava operativo, ma non rilevabile a causa di un errore del DNS”.

“Durante l’attuale pandemia globale dovuta al Covid-19, al di là dell’aumento del carico di dati dovuto all’improvviso afflusso di lavoratori da remoto e non solo – quindi un aumento generale dell’uso di Internet – la rete rimane finora relativamente stabile“.