E’ evidente il calo di performance sia per quanto concerne la velocità di download che per quella di upload che, seppur registrando cali evidenti sia in termini assoluti che in termini percentuali, si mantengono su valori accettabili. Segnale che si traduce in una sostanziale tenuta della rete internet nazionale in un periodo di enorme traffico dati, mai affrontato prima, vista l’eccezionalità della situazione. Discorso a parte merita la latenza media (ping): la latenza o ping è il tempo che intercorre tra la richiesta di un dato (input) e la ricezione della risposta (output). E’ un parametro fondamentale nel calcolo delle performance delle connessioni: bassi valori della latenza consentono di poter effettuare videochiamate, giocare online, effettuare chiamate voip. Connessioni con velocità molto alte ma con latenza alta sono meno performanti ed usabili di connessioni con velocità più basse, ma con latenze inferiori (meno di 25ms).

Avere dei problemi di linea non è poi così raro: sebbene tali interferenze dovrebbero essere giustificate solo in periodi come grandi feste o assembramenti, purtroppo sono molti i clienti degli operatori nazionali che faticano ad utilizzare le loro offerte in diverse circostanze. Un po’ per una scelta errata basata sulla non consultazione della copertura, un po’ per le capacità di alcuni gestori in alcune zone, i down di rete impediscono un fluido godimento del servizio per cui si ha pagato, rendendo l’esperienza dell’utente un vero e proprio inferno.

Down di rete e disservizi: sapere i più frequenti di TIM, WindTre, Vodafone e Iliad è facile grazie ad uno strumento online

Tenere sotto controllo i disservizi di cui i vari gestori mobili soffrono è facile e semplice grazie ad uno strumento online gratuito. Utile per constatare anche se nella propria città spesso e volentieri si verificano determinati down di rete, tale tool offre anche una visione più ampia su diversi servizi online come quelli di streaming, banking, gaming.

Tornando alle linee telefoniche, in ogni caso, per conoscere i disservizi di TIM, WindTre, Vodafone e Iliad non occorre fare altro che:

  1. Visitare il sito di downdetector
  2. Selezionare sulla homepage il proprio operatore telefonico o l’operatore su cui si vuole investigare; a tal punto una pagina dedicata allo stesso verrà visualizzata e in qui sarà possibile visionare grafici, vedere i commenti degli utenti in merito ai disservizi, la mappa aggiornata dei luoghi in cui gli stessi stanno avendo luogo e lasciare, a propria volta, una segnalazione in tal caso.