jeff-bezos-amazon-trilionario

Un nuovo pericolo si staglia all’orizzonte per gli utenti, e stavolta sono i fedelissimi dell’azienda di Bezos a pagarne le conseguenze inconsapevolmente.

Gli hacker infatti aggiornano continuamente il proprio pool di “truffe tipiche” e di vari tentativi di phishing, con l’obiettivo di rendersi meno riconoscibili e andare a colpire la fetta di mercato quanto più vasta possibile. D’altronde, chi non ha mai fatto uso di Amazon per spedizioni, soprattutto in questo periodo? Per questa ragione i malfattori sfruttano la visibilità di aziende ben note e affidabili per usarne illegittimamente il nome e truffare i clienti.

Amazon, mail sospetta in arrivo sulla posta degli utenti: ecco come comportarsi

Il messaggio allarmante che in questi giorni sta pervenendo alla posta elettronica di innumerevoli utenti riguarda una criticità in particolare rilevata sull’account. “Il tuo account è stato bloccato!!!”, recita il messaggio – o comunque si utilizzano espressioni simili e di pari significato – e di seguito sono riportate le istruzioni che impedirebbero l’effettiva realizzazione del blocco.

A un occhio poco esperto tali indicazioni potrebbero perfino apparire giuste – come inserire nome e cognome, dati di fatturazione, ecc. – perché pensate necessarie per poter sbloccare l’account. In realtà tali messaggi vengono utilizzati per indurre i clienti a consegnare le proprie credenziali senza sospettare affatto che le si sta fornendo agli hacker, che in pochissimo tempo provvederanno a prosciugare il conto da ogni fondo.

Prestate perciò la massima attenzione, soprattutto in questi giorni: controllate sempre che l’indirizzo mail del mittente corrisponda sempre ai contatti ufficiali delle società sfruttate dagli hacker come copertura.