Secondo alcune fonti del Wall Street Journal, la piattaforma di e-commerce Amazon avrebbe recentemente deciso di posticipare di qualche mese il tanto atteso Prime Day.

Il mese stabilito al momento dovrebbe essere quello di settembre 2020, inoltre si vocifera di un incremento nell’evasione degli ordini da parte del colosso guidato da Jeff Bezos. Ecco tutti i dettagli.

 

Amazon ha posticipato a settembre 2020 il proprio Prime Day

Il colosso di Seattle non ha intenzione di mancare il proprio appuntamento annuale del Prime Day, che tutti gli anni si svolge nel mese di luglio. Per il 2020, a causa delle limitazioni imposte dalla recente pandemia da nuovo coronavirus, è molto probabile che il Prime Day si terrà nel mese di settembre 2020. A dirlo sono alcune fonti del Wall Street Journal, messe al corrente ad alcune persone vicine al colosso.

Invece che nelle due giornate del 15 e 16 luglio 2020, il Prime Day 2020 potrebbe prendere corpo i due giorni settembrini, al momento non ancora definiti con precisione. Le fonti hanno inoltre riportato che dopo l’insolito Prime Day 2020, Amazon sarebbe in grado di gettare le basi per le spedizioni di una più ampia varietà di prodotti.

Le fonti del WSJ non hanno spiegato i motivi che avrebbero portato a scegliere settembre come possibile mese del Prime Day, ma non è escluso che il colosso voglia attendere un recupero delle possibilità di spesa delle persone. Non ci resta che attendere una comunicazione ufficiale da parte della piattaforma per poter confermare quanto detto dalle fonti del noto quotidiano americano. Rimanete connessi per ulteriori informazioni.