petal-search-huawei

Che da qualche tempo Huawei e Google non vadano molto d’accordo, è più in generale Huawei con l’America non abbia più a che fare, è storia vecchia. Per questa ragione l’azienda cinese ha dovuto reinventarsi da zero, facendo a meno dei molti servizi che proprio Google offre solitamente, e creandone di propri. Ma vediamo insieme tutte le novità.

Petal Search, come funziona, caratteristiche e differenze

Già nel mese di Febbraio, Huawei aveva cominciato a rilasciare le prime versioni beta di questo Huawei Petal Search e adesso, sembra avere un attimo gratta da disegnatore. Questa nuova app di ricerca, appartiene proprio direttamente a Huawei, e sarà pertanto possibile trovarla all’interno di App gallery lo store on-line apposito di petals search ap, di Huawei.

Ma cosa può fare esattamente questa app? Una volta scaricata sul proprio smartphone, è possibile effettuare con essa ricerche universali. È anche possibile cercare e installare nuovi e APK disponibile on-line. E inoltre possibile, fare delle ricerche on-line attraverso un motore di ricerca europeo chiamato Qwant.

Inoltre, grazie a una serie di algoritmi, è in gradoi di mostrarci i contenuti che possono risultare più interessanti per noi, e non contenuti generici. Per poterla testare, è sufficiente ricercarla all’interno di App gallery, che sarebbe l‘equivalente del nostro Google play store.

Huawei, si adopera ormai da molto tempo per poter offrire ai propri utenti tutto il meglio di ciò che è presente nelle app di Google, pur facendone a meno. Inoltre ricordiamo se vuoi away di recente, ha messo a disposizione anche la app JERE WeGo.