blank

La compagnia aerea Easyjet ha reso noto tramite un comunicato stampa di aver subito un attacco hacker così sofisticato da aver portato all’acquisizione da parte dei malviventi ai dati di circa 9 milioni di utenti.

Ecco i dati rubati

Attraverso l’attacco gli hacker sono riusciti a trafugare dai server della compagnia aerea i dati di circa 9 milioni di utenti, in particolare sono riusciti ad accaparrarsi indirizzi mail e addirittura i piani di viaggio degli sfortunati.

Come se non bastasse, a peggiorare la situazione ci pensa anche una ristretta fetta di utenti, circa 2.208 persone, a cui sono stati sottratti anche i dati della carta di credito, danno certamente molto più grave.

Ovviamente si tratta di un duro colpo per la società, già indebolita dall’emergenza Coronavirus, dal momento che va a minare la popolarità all’interno della community che ovviamente non sarà entusiasta di quanto accaduto.

La società dal canto suo ha dichiarato di aver già avviato un indagine per capire cosa sia andato storto e di aver già contattato le forze dell’ordine di competenza.

Non è la prima volta che una compagnia aerea viene colpita da un attacco del genere, infatti nello storico di questi cyberfurti abbiamo nomi del calibro di British Airways e di  Cathay Pacific, che nell’ottobre del 2018 aveva rivelato di aver subito un attacco con furto di dati di 9,4 milioni di passeggeri: nomi, numeri di telefono, numeri di carta d’identità, indirizzi mail e numeri di carte bancarie con codici di sicurezza.

Non rimane che attendere gli sviluppi e i risultati dell’indagine per capire da chi sono stati trafugati i dati e soprattutto il loro destino.