poste-italiane-truffe

Fin dalla scorsa estate sono in circolo delle truffe dalla diversa destinazione. Esse giungono sui social, via mail, o addirittura passando per istituti bancari e diverse aziende. La frode in questione sta colpendo l’istituzione di Poste Italiane con lo scopo di svuotare due tipologie di carte prepagate. Vediamo come riconoscerla e come evitare situazioni sgradevoli.

Poste Italiane: come riconoscere la truffa dalle altre

Esistono però dei campanelli d’allarme per scovare le false e-mail da quelle reali. Tra questi vediamo gli innumerevoli errori grammaticali, e l’insolita richiesta di cliccare su un link allegato nel messaggio per aggiornare i dati necessari.

Anche Poste Italiane ha speso delle parole sul caso dichiarando di non avere a che fare con tale strategia. La stessa ha affermato l’impossibilità di ricevere delle comunicazioni ufficiali contenenti la richiesta di aggiornamento dati tramite URL (presenti nella mail della posta elettronica o nel file da scaricare). Difatti l’azienda non comunica MAI ai clienti tramite messaggio, né tantomeno richiede credenziali o altre informazioni sensibili.

Ci teniamo a consigliarvi di prestare molta attenzioni ai messaggi che possono risultare, per leggerezza, delle innocue notizie d’allerta. Per giunta, se vi dovessero capitare sott’occhio, ignoratele oppure (metodo più sicuro) eliminatele definitivamente.

Seppur vi sembrerà banale da dire, questo è il modo più efficace per sfuggire a frodi del genere.