Atm

Prelevare del contante attraverso gli sportelli ATM è un gesto quotidiano che miliardi di utenti intraprendono in tutto il mondo. Seminati in diversi luoghi della città, gli stessi consentono ai titolari di un conto corrente di entrate in contatto con quest’ultimo, ma non solo: grazie alla nuova generazione di sportelli, infatti, sempre più funzioni sono state implementate aggiungendo al classico ritiro anche i versamenti e permettendo, di conseguenza, a chi è interessato di provvedere anche ad altri interessi.

Nonostante questi dispositivi, dunque, forniscano una comodità senza eguali, purtroppo non sono esuli dalle mani dei criminali, i quali più volte hanno cercato di sfruttarli a loro vantaggio.

Sportelli ATM: controllare che tutto sia in regola non fa mai male

Appurando che negli anni di truffe agli sportelli ATM non ne sono mancate, bisogna comunque rilevare che le stesse non sono usuali, ma bensì sporadiche. Questa caratteristica, per fortuna, nasce dalla stessa difficoltà di mettere in piedi una modifica agli sportelli ATM senza esser colti in flagrante.

Ciononostante, nei casi in cui i criminali riescono a portare a termine il loro piano, la vicenda assume sembianze pericolose poiché mette in pericolo il proprio conto bancario e permette a persone indesiderate di accedere a dati personali in maniera ancora più effettiva del phishing. Servendosi di strumentazioni che si antepongono al foro in cui si inserisce la carta (capace di scansionare le carte e prelevare i dati del chip) ed eventuali minicamere per carpire il PIN, queste frodi possono essere sventate semplicemente assicurandosi che tutto sia ok quando ci si reca ad uno sportello.

Un po’ di attenzione in più, infatti, non guasta mai.