Internet via satellite

A causa del prolungato Lockdown imposto negli ultimi due mesi, milioni di persone in tutta Italia sono state costrette a restare, per giorni e giorni, nelle proprie abitazioni. Ciò ha quindi fatto aumentare sensibilmente l’utilizzo della rete internet che, di fatto, ha causato enormi disagi e disservizi in tutto il paese. Come ben sappiamo ad oggi i canali per accedere al mondo del web sono due: sfruttando la rete domestica ADSL/Fibra, oppure attraverso la rete mobile 3G, 4G e 5G.

A quanto pare, però, in realtà da diversi anni esiste anche una terza soluzione, ovvero Internet Satellitare. Il funzionamento è del tutto simile a quello del segnale televisivo: attraverso degli appositi dispositivi installati nel proprio appartamento è quindi possibile catturare il segnale proveniente dalle stazioni che orbitano nell’atmosfera terrestre. Scopriamo di seguito ulteriori dettagli a riguardo.

Internet via satellite: ecco come funziona e quanto costa

Come accennato precedentemente, quindi, da alcuni anni è possibile accedere ad internet sfruttando delle connessioni satellitari. Nonostante la qualità risulti essere nettamente inferiore ad una connessione in fibra ottica, molto spesso le reti satellitari possono rivelarsi una svolta per chi è costretto ad utilizzare l’ormai vecchia ADSL 20/7 mega.

L’intero sistema delle connessioni Internet via satellite, quindi, si basa sulle cosiddette stazioni NOC, Network Operations Center, le quali inviano dei continui impulsi, catturati successivamente dalle stazioni riceventi installate nel proprio appartamento.

Per quanto riguarda i costi, ad oggi la rete internet Satellitare è offerta nel nostro paese da Konnect e Open Sky, i cui abbonamenti si aggirano intorno ai 35 euro mensili. I piani si dividono per velocità di rete, 30 Mega o 50 Mega, e per quantità di giga, partendo da 10 GB fino ad arrivare ad Internet Illimitato.