blank

Secondo le ultime indiscrezioni, il primo smartphone Android ad avere una memoria RAM di ben 16 GB sarà il Samsung Galaxy Note 20. Quest’ultimo infatti potrebbe disporre di una memoria più grande del vostro PC.

Sicuramente il Galaxy Note 20 è uno degli smartphone più attesi dagli utenti, che dovrebbe arrivare la prossima estate, insieme al fratello maggiore Galaxy Note 20 Plus. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Samsung Galaxy Note 20 potrebbe disporre di 16 GB di RAM

Secondo le ultime informazioni condivise durante una recente sessione di Q&A con il CEO di DSCC Ross Young, la versione standard del nuovo Samsung Galaxy Note 20 dovrebbe arrivare a ben 16 GB di RAM LPDDR5. Questo potrebbe significare che anche il fratello maggiore Galaxy Note 20 Plus dovrebbe seguire a ruota, magari spingendosi perfino oltre. L’unico smartphone del produttore che per ora è arrivato ad avere questa memoria è il Samsung Galaxy S20 Ultra 5G.

Quest’ultimo dispositivo, è arrivato ad ottenere una memoria RAM di 16 GB accompagnato da una memoria interna di 512 GB, ovviamente stiamo parlando della versione più costosa, quella da 1579 euro. Sappiamo che il colosso ha anche iniziato a produrre i propri chip DRAM da 16 GB LPDDR5 lo scorso febbraio 2020 e ora le scorte potrebbero essere pronte anche per i prossimi phablet.

Secondo le ultime indiscrezioni, il modello in questione, potrebbe anche leggere due impronte in contemporanea, e non più una. Il sensore in questione sarebbe 3D Sonic Max, sensore di Qualcomm in grado di coprire un’area 17 volte superiore a quella vista lo scorso anno su Galaxy S10. Per avere maggiori conferme non ci resta che attendere ancora qualche settimana/mese.