occhiali-coronavirus

I miopi, gli astigmatici, i presbidi e gli ipermetropi sanno cosa significhi indossare gli occhiali h24. Coloro che ci salvano giorno per giorno, allo stesso modo rendono la nostra esistenza talvolta stressante. Quante volte vi sarà capitato di non riuscire a vedere il tragitto nei giorni di pioggia per via delle goccioline che scorrevano velocemente sulla lente?

Il nuovo ostacolo del 2020, con l’arrivo del Coronavirus, è divenuto senza dubbio la più discussa mascherina. Indossarla se si hanno gli occhiali infatti non vi permetterà di vedere al meglio la visuale in quanto le lenti tendono ad appannarsi col respiro. Ciò accade perché quest’ultimo, essendo composto da vapore (acqua) va a posarsi su una superficie fredda (lenti) causando la condensa.

Ad ogni modo per evitare che accada, vi abbiamo riportato dei suggerimenti.

Occhiali e Covid-19: acqua e sapone evitano l’inconveniente

Secondo uno studio del 2011 basterebbe usare acqua e sapone. “Immediatamente prima di indossare la mascherina, si possono lavare le lenti con acqua saponata. Poi bisogna lasciarle asciugare oppure strofinarle con un panno morbido prima di rimetterle. In questo modo gli occhiali non si appanneranno una volta indossata la mascherina”. L’effetto ovviamente durerà poche ore, dunque va ripetuto.

Piega la parte superiore della mascherina

Per tutte le mascherine, esclusa quella con inserto metallico, si può piegare la zona superiore verso l’interno. Tale tecnica vieta al respiro di uscire dalla protezione. Attenzione però, perché può diminuire l’efficacia del dispositivo.

Inserisci un fazzoletto nella mascherina

Un altro metodo anti-appannamento consiste nel piegare un fazzoletto rendendolo un rettangolo e inserirlo nella mascherina all’altezza del naso. La carta aiuta ad assorbire l’umidità del respiro, impedendo la formazione della condensa.