sony-record-negativo-vendite

E anche per l’ultimo trimestre appena finito, Sony ha registrato un abbassamento ulteriore in fatto di numeri di spedizioni degli smartphone Xperia. Il numero più basso dell’intera storia del settore, appena 400.000 unità tra gennaio e marzo di quest’anno. Il calo su base annua è significativo per far capire la situazione drammatica e, apparentemente, senza ritorno. Un meno 63,7%.

Lo stesso trimestre dell’anno scorso i numeri erano comunque abbastanza buoni per poter pensare di invertire il trend negativo, 1,1 milione di unità. La situazione attuale sembra invece molto sconfortante visto che è stato anche mancato l’obiettivo minimo imposto dal colosso nipponico, 700.000 unità nei primi tre mesi dell’anno.

 

Sony Xperia: sempre meno vendite

C’è da sottolineare, un aspetto che ormai non può prescindere da nessuna discussione, che l’emergenza coronavirus ha influenzato pesantemente le vendite. I numeri in calo sono stata registrati da tutti forche da Huawei, anche se non è chiaro quanto abbia influito su Sony. Finora la società ha sempre mancato i propri obiettivi e anche abbassarli di volta in volta non è servito.

Sicuramente il futuro della società passerà da un paio di dispositivi, l’Xperia 1 II e l’Xperia 10 II. Se anche le vendite di questi due non andranno bene allora potremmo dover assistere a un nuovo ridimensionamento del comparto smartphone di Sony. Purtroppo il colosso è uno dei tanti nomi storici del settore che ormai non riesce a genere profitto in questo mercato. Non riescono a competere con i diversi produttori cinesi o Samsung e Apple, anche se c’è da dire che hanno le loro colpe in tutto questo.