coronavirus-supermercato-in-due

In vista della riapertura di diverse attività dal 18 maggio, è bene prima far chiarezza su quanto deciso dall’ormai “lontano” 4 maggio. È assolutamente vero che due individui della stessa famiglia o affetti hanno il permesso di andare in macchina in due, non è ancora  possibile però accompagnarli all’interno del supermercato. L’individuo che farà la sua spesa durante il Coronavirus, dovrà inoltre indossare mascherina e guanti protettivi per tutta la permanenza.

Coronavirus: cosa ci permette di fare la Fase 2?

Il comportamento delle persone in ogni parte del mondo è servito a fornirci abbastanza informazioni da far dedurre il bisogno quasi vitale dei supermercati. Dunque, per permettere di effettuare una spesa pressoché abbondante, sono state adottate delle regole molto rigide. Innanzitutto un solo membro della famiglia può entrare a fare la spesa necessaria, ed è obbligatorio l’uso di di guanti e mascherina. Per gli ingressi invece è indispensabile entrare a scaglioni.

Cosa ha portato la Fase 2? Mentre prima si poteva raggiungere solamente il supermercato più vicino alla propria abitazione, ora è possibile effettuare gli acquisti anche in un Comune diverso da quello di residenza.

Tuttavia dal 4 maggio è possibile recarvi in macchina anche in due o in tre (senza  dover necessariamente mantenere la distanza di sicurezza). Quindi chi necessita di fare spesa alimentare potrà farsi accompagnare dalla sua metà o dall’altra persona convivente, a patto che questa rimanga in macchina.

Ciò non esclude l’obbligo di dover giustificare lo spostamento tramite modulo di autocertificazione in occasione dei controlli da parte di Polizia e Carabinieri. Nel caso della spesa bisogna evidenziare “motivo di necessità”.