blank

Nelle ultime ore i colossi Facebook e Google hanno comunicato ai propri dipendenti che gli uffici riapriranno nel mese di luglio, ma quelli che sono in grado di lavorare in remoto, lo continueranno a fare fino alla fine dell’anno.

Vi ricordo che i due colossi hanno da mesi chiesto ai propri dipendenti di lavorare da casa, in modo da ridurre al minimo i contagi da nuovo coronavirus. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Facebook: i dipendenti lavoreranno da casa fino alla fine del 2020

Un portavoce della piattaforma guidata da Mark Zuckerberg ha dichiarato: “E’ una situazione in evoluzione in cui i dipendenti e le loro famiglie devono prendere decisioni importanti sulle modalità di ritorno al lavoro“. Come anticipato precedentemente, la società riaprirà i propri uffici nel mese di luglio 2020 ma si riserva di selezionare a quali dipendenti chiedere di tornare in ufficio.

Il CEO di Google, Sundar Pichai, ha precisato che gli uffici del colosso riapriranno ad inizio luglio, con nuove e specifiche misure di sicurezza per i dipendenti che hanno bisogno di lavorare in sede. La possibilità di lavorare in remoto però, originariamente prevista fino al mese di giugno 2020, è stata estesa per altri sette mesi. La maggioranza dei dipendenti che possono lavorare da casa, continueranno a farlo fino alla fine dell’anno, conclude Pichai.

Sicuramente questa tecnica diminuirà i possibili contagi che possono crearsi sul luogo di lavoro, le due aziende faranno ritornare in ufficio solamente i dipendenti che necessitano di macchinari specifici, presenti solo negli uffici, per svolgere il proprio lavoro. Non ci resta che attendere ancora qualche settimana per scoprire il destino di dipendenti di altre aziende come queste. Sicuramente vi terremo informati non appena riceveremo ulteriori notizie.