blank

Sempre più diffusi ed apprezzati, i servizi di musica in streaming – specie in questi ultimi anni – hanno visto crescere a dismisura il numero dei propri utenti, offrendo loro un catalogo tanto vasto quanto variegato ed una moltitudine di playlist per ogni occasione. Che sia per accompagnare una giornata in ufficio, un viaggio in treno, una sessione di allenamento, una serata a casa con gli amici, un brunch domenicale o un momento di intimità, questi servizi offrono sempre la playlist giusta da riprodurre in modalità shuffle.

Basta un semplice clic per avviare la riproduzione musicale: i brani vengono riprodotti automaticamente, così che tu possa concentrarti sul lavoro, sullo studio o quel che sia, senza doverti preoccupare di avviare manualmente la riproduzione di una nuova canzone ogniqualvolta che ne termina una.

Alcuni di questi servizi offrono un piano in abbonamento gratuito. Altri, invece, propongono soluzioni a pagamento, garantendo però un periodo di prova gratuito al termine del quale l’utente potrà stabilire se proseguire o meno con l’attivazione del servizio.

I migliori servizi di musica in streaming gratuiti

In questo articolo, dunque, noi di TecnoAndroid abbiamo selezionato alcuni dei migliori servizi di musica in streaming che offrono un abbonamento a costo zero o un periodo di prova gratuito che vale la pena provare.

  • Spotify. A nostro avviso, il re indiscusso della musica in streaming. Il servizio offre un piano in abbonamento completamente gratuito, grazie al quale è possibile accedere a milioni di playlist, podcast e brani musicali la cui riproduzione verrà però interrotta dagli annunci pubblicitari. L’abbonamento gratuito non prevede, tuttavia, la possibilità di scaricare i brani musicali per un’eventuale riproduzione offline.
  • Amazon Music. Si tratta del servizio di musica in streaming offerto dal colosso dell’e-commerce. Amazon Music offre l’accesso gratuito a migliaia di playlist e di stazioni radio. Anche in questo caso, lo streaming viene interrotto da brevi annunci pubblicitari.
  • Deezer Free. Offre l’accesso ad un ricco catalogo di oltre 56 milioni di brani e playlist. Il servizio è gratuito al 100%, ma è finanziato da annunci pubblicitari per supportare gli artisti.
  • SoundCloud. Anche in questo caso il servizio offre l’accesso gratuito a tante playlist di ogni genere, il cui streaming viene interrotto da brevi inserzioni pubblicitarie. E’ poi possibile passare in qualsiasi momento a SoundCloud+ per uno streaming senza interruzioni.
  • TIDAL. Non esiste un piano gratuito, ma vale la pena provarlo. TIDAL offre un periodo di prova gratuita della durata di trenta giorni. E’ ricco di contenuti esclusivi realizzati in collaborazione con gli artisti, nonché videoclip e – ovviamente – brani musicali e playlist.