poste italiane truffe

L’operato dei cybercriminali è inarrestabile e anche in un momento delicato come quello che l’intera nazione sta vivendo, nuove truffe sono tornate ad angosciare l’incolumità di molti cittadini mettendo in pericolo i loro risparmi. Tornate a concentrarsi, in particolar modo, su Poste Italiane, i nuovi tentativi di frode non sono difficili da distinguere: basta infatti un po’ di attenzione per mettersi in salvo.

Prima di esaminare con cura in che modo queste ultime si stanno manifestando, occorre appurare un secondo fattore molto importante: nessuna truffa potrà mai mettere in pericolo il proprio conto postale; la società offre un livello di sicurezza più che adeguato, sebbene la situazione muti terribilmente nel momento in cui i propri dati vengano ceduti spontaneamente a soggetti malintenzionati.

Poste Italiane: attenzione soprattutto agli SMS che ricevete sullo smartphone

Tra le ultime modalità adoperate per portare a termine le truffe, i cybercriminali hanno prescelto in particolar modo quella dello smishing ossia dell’adescamento attraverso SMS. I persistenti tentativi, dunque, arrivano direttamente sugli smartphone delle potenziali vittime annunciando alle stesse dei problemi inerenti al loro conto postale e assicurando, allo stesso tempo, una pronta risoluzione attraverso un collegamento diretto.

Individuare il tentativo di truffa è facile e veloce: ogni qualvolta la comunicazione recepita abbia come oggetto delle problematiche relative al conto postale, alla carta collegata si tratta sempre di una frode. Come mai? Semplicemente per il fatto che Poste Italiane non metterebbe mai in pericolo l’incolumità dei suoi utenti con comunicazioni prive di sicurezza come quelle che avvengono per SMS, email o telefonata.