connessione wifi

Uno studio sulla natura della connessione wifi ha rivelato che moltissimi elettrodomestici o dispositivi elettronici ne possono disturbare il segnale. Uno dei primi indiziati è il forno a microonde, ma anche una TV anche non connessa alla rete o una semplice cassa acustica possono influenzare di molto una sessione di smart working o di streaming video.

Un problema magari di poco conto, ma in quarantena ne abbiamo sperimentato amaramente gli effetti stando in casa tutto il giorno. La lista dei dispositivi che “rubano” banda in realtà è molto lunga, pensando che anche un telefono cordless o una lampada alogena concorrono al disturbo del segnale wifi.

 

Connessione Wifi: il forno a microonde rallenta la velocità di rete

Lo studio è stato redatto da un’istituzione autorevole come OFCOM, in pratica l’equivalente del nostro Garante delle comunicazioni nel Regno Unito. Istituzione che in prima linea ha assunto il delicato compito di spiegare ai cittadini britannici che le prestazioni della rete wifi si possono migliorare in molti modi. 

In base ai dati raccolti dall’Authority britannica, scopriamo che le connessioni di rete funzionano meglio dalla linea fissa piuttosto che dalla SIM del telefono, visto che da loro la rete mobile risulta sovraccarica. Dunque se si sposta l’attenzione sulle connessioni wifi è ovvio che poi sorgano i problemi di cui sopra.

Riguardo ai dispositivi che disturbano la rete, ecco cosa consiglia una nota diffusa da OFCOM:mantenete il vostro router il più lontano possibile da altri device, soprattutto da quelli che lavorano in modalità wireless. Sapevate che il forno a microonde può anche interferire sul segnale wifi? Quindi non usatelo mentre state effettuando una videochiamata o guardando video HD in streaming o facendo qualche attività importante online”.