whatsapp (1)

In questi giorni in cui ancora sono in vigore le norme sul distanziamento sociale, WhatsApp è uno dei servizi che ci consente di tenerci in stretta comunicazione con amici, parenti e conoscenti di ogni grado. La piattaforma di messaggistica istantanea – tra conversazioni, telefonate e videochiamate – si rivela essere un alleato formidabile.

Anche in periodo di lockdown, però, può capitare un litigio attraverso le conversazioni. In tale circostanza, lo strumento di blocco corre in aiuto di tutti coloro che vogliono bannare definitivamente un utente.

 

WhatsApp, come recuperare le conversazioni con chi ci ha bloccato

Lo strumento di blocco su WhatsApp, come risaputo, è molto rigido. Chi viene bannato non può conversare con l’utente in questione e non ha nemmeno la possibilità di accedere ad elementi secondari dell’account come stati, immagine profilo e storie.

Uno dei desideri maggiori di chi usa WhatsApp è trovare un sistema per aggirare l’avvenuto blocco. Sul web, ad esempio, sono divenuti molto popolari alcuni tutorial che spiegano – tra meccanismi complessi ed altri più semplice – come conversare con chi ci ha bloccato su WhatsApp. Al netto di tutti i tutorial, c’è da sottolineare come esista una soluzione fai da te prevista indirettamente dalla chat.

Per parlare con chi ci ha bloccato avremo bisogno di un gruppo e di un complice (un conoscente in comune con chi ci ha bannato). Il complice dovrà creare un gruppo ed inserire i due numeri da mettere in contatto. In base alle norme che regolano i gruppi, con questo trucco lo strumento di blocco perde la sua efficacia.