postepayGli utenti in possesso di una carta ricaricabile PostePay sono davvero preoccupati per la presenza di una truffa potenzialmente molto pericolosa per i conti dei poveri consumatori, il meccanismo pare essere sempre legato al solito e classico phishing, un fenomeno conosciutissimo, ma ancora perfettamente in grado di mietere innumerevoli vittime.

La rete è un concentrato di informazioni e di grandissime possibilità, tuttavia allo stesso tempo raccoglie truffe di ogni tipo in grado di rendere la vita molto più complicata ai consumatori che si imbattono nelle stesse. I possessori di una carta ricaricabile PostePay devono prestare particolare attenzione ai messaggi di posta elettronica che ricevono quotidianamente, in quanto potrebbero celare una bruttissima sorpresa.

Il malvivente provvede ad inviare una email fingendosi l’azienda di riferimento, nel nostro caso Poste Italiane, tramite la quale cerca di invogliare il cliente a premere un link interno, promettendo il collegamento al sito ufficiale per la modifica della password o riattivazione dell’account, in genere in seguito ad un tentativo di accesso indesiderato.

 

PostePay: la truffa è molto pericolosa, fate attenzione

Seguendo alla lettera quanto indicato, tuttavia, il cliente si ritroverebbe su un sito identico all’originale, ma comunque gestito dai criminali; ciò si tramuterebbe quindi nella perdita di tutti i dati sensibili effettivamente inseriti al suo interno. Nel momento in cui tenterete di effettuare il login con le vostre credenziali, queste verranno salvate dai criminali, per poi utilizzarle per accedere indisturbati al conto e prosciugarlo di tutto il vostro patrimonio.

Ricordate sempre che Poste Italiane non invia mai messaggi di questo tipo, a meno che non siate stati voi a presentare effettivamente la richiesta.