virus-tax-tassa

Affrontando un’emergenza sanitaria di tale proporzioni, era inevitabile scontrarsi con una crisi finanziaria senza precedenti. La sospensione di tutte le attività lavorative, infatti, ha costretto milioni di Italiani a chiudere le proprie attività, rischiando quindi di finire sul lastrico. Con l’inizio della Fase 2, il nostro paese si avvia ufficialmente verso una lenta ripresa ma, a quanto pare, dal web continuano ad arrivare notizie scoraggianti. Stando alle ultime indiscrezioni, infatti, per risanare le proprie casse il Governo sembrerebbe essere pronto ad introdurre un’ipotetica Virus Tax.

Negli ultimi giorni, infatti, sono state molteplici le discussioni scoppiate sui social in merito a questa nuova tassa. A quanto pare, però, ad oggi c’è un particolare sfuggito a molti: la Virus Tax non esiste. Nonostante se ne sia parlato molto, il Governo Italiano non ha mai ufficializzato, ne tanto meno annunciato, l’introduzione della suddetta tassa. Scopriamo quindi di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Virus Tax: una fake news che fa male agli Italiani

In momenti del genere è diventato ormai comune imbattersi nelle fake news, il cui unico scopo è quello di diffondere il panico fra i consumatori. E’ proprio questo, quindi, quello che è successo con la Virus Tax. Nonostante possa ritenersi un’ipotesi, in realtà la Virus Tax non esiste. Lo stesso Governo, infatti, è recentemente intervenuto in merito smentendo la notizia attraverso la Vice Ministra Laura Castelli per il Ministero dell’Economia, la quale ha affermato che “Chiunque voglia speculare con false notizie su eventuali tasse, si metta la mano sulla coscienza. Non c’è nulla di più falso. In un momento particolarmente delicato per il paese, mi sento di chiedere un aiuto anche al mondo dell’informazione per isolare le fake news”.