aggiornamento DVB-T2 Italia

Tante persone non riescono a guardare alcuni canali del Digitale Terrestre. Il problema delle trasmissioni oscurate è dovuto al DVB T2. Si tratta del nuovo standard di trasmissione televisivo che diventerà obbligatorio a partire dal mese di Giugno. Il risultato è che alcuni canali non si vedono. C’è sicuramente più di un modo per risolvere. Scopriamo come.

 

DVB T2 cambia i canali: la nostra TV non può più riceverli, ecco cosa fare

A causa del prossimo aggiornamento dei canali tutto passerà al’alta definizione con la presenza del codec HEVC. Si sta sperimentando per i canali di RAI e Mediaset oltre che per le emittenti locali. Introdurrà il problema ricezione in quanto utilizza frequenze diverse rispetto alle attuali che verranno cedute alla rete 5G.

La conseguenza di questa transizione è la mancata ricezione dei palinsesti TV per RAI 1 HD; Canale 5 HD e tutti gli altri. Esiste una soluzione che implica la riconfigurazione delle apparecchiature. In particolare la versione 2.0 richiede un decoder DVB T2. Questo può essere integrato all’interno del televisore oppure esterno.

Per verificare la compatibilità del proprio televisore basta aggiornare la lista canali ed utilizzare quelli prova ai numeri 100 e 200. Da qui si ottiene il resoconto. Per esito positivo non c’è nulla da cambiare. In caso contrario si può scegliere di cambiare televisore (spesa più alta) oppure soltanto il decoder (25 – 50 euro).

La buona notizie nell’ultimo caso è che è possibile accedere al bonus spesa promosso dal Governo per la digitalizzazione della TV. Presentando autocertificazione ISEE al commerciante si esce dal negozio con il proprio decoder aggiornato. Lo si installa e si eliminano tutti i problemi di ricezione.