Insieme ai suoi risultati finanziari, l’operatore virtuale Tiscali ha anche presentato il proprio piano industriale 2020-2022. Ora sono giunte ulteriori indiscrezioni sulla strategia dell’operatore, sia in campo mobile che in quello fisso.

Tiscali ha mostrato le sue principali stime e previsioni per il biennio 2020-2022, con una particolare attenzione al KPI che potranno garantire la crescita del gruppo. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Tiscali presenta le proprie strategie per il biennio 2020-2022

Il management ha evidenziato come la situazione di incertezza legata alla pandemia da nuovo coronavirus possa riflettersi anche sull’andamento del proprio Piano per l’anno in corso. L’impatto, secondo l’operatore, è ancora difficile da quantificare. Il primo target riguarda la riduzione dei debiti, infatti l’azienda mira a tagliare fino a 153 milioni di euro di debiti, ripartiti tra debiti finanziari e debiti verso fornitori. L’operatore punterà a pari passo a ridurre anche i costi fissi.

Il nuovo approccio, in generale, prevederà una graduale trasformazione dell’azienda da un modello capital intensive ad uno service intensive. Per quanto riguarda la nuova strategia commerciale, Tiscali ha suddiviso la trattazione del Piano in diversi segmenti. Iniziando con i servizi ultrabroadband di rete fissa, Tiscali mira a rendere la tecnologia FTTH la sua offerta principale per i clienti, alla luce anche della crescita ottenuta nel corso del 2019. Così facendo stima di ottenere un incremento dei clienti di rete fissa del 15% o 20%.

Sul segmento mobile invece, la crescita sarà dettata dal passaggio dall’attuale 4G al 5G, con tutti i benefici legati al nuovo standard di connettività in termini di qualità delle offerte. Secondo le stime presentate, Tiscali ritieni di poter incrementare la sua base di clienti mobili di almeno il 50% entro il prossimo 2022. Per scoprire tutte le offerte attualmente in commercio, visitate il sito ufficiale dell’operatore.