gratisCon l’inizio della Fase 2 tante persone potrebbero ricevere una bici elettrica Gratis oppure scegliere tra i tanti regali segreti messi in palio dai Comuni. Dopo l’intervento del Premier Conte la popolazione scalpita. La quarantena ha cambiato il nostro modo di vivere e siamo in trepidante attesa di uscire fuori dalle mura domestiche.

Per agevolare il relativo ritorno alla normalità e mantenere basso l’impatto sull’ambiente parecchie amministrazioni locali hanno aderito ad alcune campagne. Tra queste c’è quella per lo sconto eBike valido in Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. Scopriamo termini e modalità di utilizzo per questa nuova iniziativa.

 

Tutte le iniziative Gratis per il ritorno alla vita sociale

Fermo restando il distanziamento sociale si pone l’opera di ritorno alla vita per mezzo di alcune iniziative interessanti. Quella cui partecipano le suddette Regioni si basa sugli incentivi rottamazione. Questi ultimi concedono un bonus da 500 a 1500 euro per azzerare la spesa di una bicicletta a pedalata assistita. Per auto Diesel o Benzina di classe Euro 3 o inferiore si offre il massimo ritorno economico mentre il minimo sopra ascritto si riceve liberandosi di ciclomotori e motoveicoli di classe Euro 2 o Euro 3 se a tre tempi.

Sempre in Umbria, come in molte altre Regioni Italiane, si incentiva il passaggio alle auto elettriche con bonus regionali da 4.000 euro. Sono cumulabili con quelli attualmente previsti dallo Stato (6.000 euro) realizzando così un benefit di acquisto di 10.000 euro complessivi.

Tornando al discorso degli incentivi gratuiti si parla anche della possibilità di convertire l’ammontare maturato dalla rottamazione in credito per servizi pubblici o di sharing vehicle. I soldi ottenuti si potranno utilizzare entro tre anni dall’emissione e si riterranno validi per istanze presentate entro il 31 dicembre 2021.

A Milano, intanto, sono partiti gli sconti pubblici per l’acquisto di monopattini elettrici. Chi desidera può azzerare o ammortizzare la spesa grazie a 200 euro gratis ancora in fase di valutazione da parte delle istituzioni locali.

Per il momento è tutto ma torneremo sull’argomento nel corso dei prossimi giorni.