blank

A diversi mesi dalla presentazione, Google ha finalmente deciso di rendere disponibile all’acquisto i Pixel Buds di seconda generazione, nonostante questa disponibilità sia, al momento, circoscritta al solo mercato americano. Dal design completamente in-ear e pensato per adattarsi ad ogni tipo di orecchio, garantendo una buona vestibilità ed ergonomia, i nuovi Pixel Buds si caratterizzano, anzitutto, per il supporto ad una serie di funzionalità piuttosto interessanti.

A partire dalla funzione di suono adattivo, per cui gli auricolari sono in grado di regolare automaticamente il volume della musica in base all’ambiente circostante; o quella di traduzione in tempo reale, per cui l’assistente vocale integrato nel dispositivo sarà in grado di fornire una traduzione istantanea di quanto pronunciato.

La funzionalità Fast Pair, invece, permette di accoppiare velocemente gli auricolari al proprio smartphone, semplicemente estraendoli dalla custodia, per una connessione istantanea e più stabile. E’ anche disponibile la funzione “Trova il mio dispositivo”, che permette di rintracciare gli auricolari in caso di smarrimento.

Pixel Buds 2, altre caratteristiche e disponibilità

Oltre ciò, i nuovi Pixel Buds supportano i comandi touch, per cui è possibile controllare la riproduzione musicale, interagire con l’assistente vocale o rispondere alle chiamate telefoniche semplicemente facendo un tap sulla testina dell’auricolare. In caso di chiamata, Google assicura una qualità eccellente, garantendo una voce chiara in qualsiasi ambiente, anche in quelli più affollati. Gli auricolari sono disponibili in più colori (Crearly White, Oh So Orange, Quite Mint e Almost Black), nonostante al momento sia disponibile solo la variante bianca.

Come anticipato, i Pixel Buds di seconda generazione sono disponibili – al momento – per il solo mercato americano al prezzo di 179 $. Non si hanno ancora notizie circa la disponibilità per altri mercati.