Truffa Poste Italiane

Come ben sappiamo, ad oggi il mondo del web è diventato un luogo non adatto a tutti. Nonostante l’emergenza sanitaria globale, infatti, ogni giorno migliaia di utenti, molto spesso alle prime armi con la tecnologia, diventano carne da macello per Hacker e Truffatori, il cui unico scopo è quello svuotare schede Sim telefoniche e carte di credito. 

Di recente, a quanto pare, i Cyber Criminali hanno coinvolto anche Poste Italiane nei propri raggiri. Sfruttando il nome della società, infatti, questi ultimi cercano di attrarre, con finti messaggi, le vittime designate. Scopriamo quindi di seguito come difendersi dalle più recenti truffe online.

Poste Italiane: ecco i messaggi di Phishing ricevuti dagli utenti

Le truffe digitali, ormai, sono entrate a far parte dalla quotidianità di tutti. Ogni giorno, infatti, capita di ricevere sulla propria casella di posta elettronica, o sul proprio Smartphone, una email o un SMS ambiguo, provenienti molto spesso da indirizzi e numeri telefonici abbastanza strani. Sono proprio questi messaggi, quindi, che colpiscono quotidianamente il maggior numero di utenti.

Inscenando un finto blocco del conto, infatti, i truffatori spingono le vittime a cliccare sul link presente nel testo del messaggio che, di fatto, permette di “Sbloccare il proprio conto”. Ovviamente nulla di ciò che è scritto nella mail, o nell’SMS, risulta essere veritiero. Il link, infatti, non è altro che un reindirizzamento ad una pagina fake di Poste Italiane in cui avviene il vero furto dei dati.

Fortunatamente, però, esistono vari metodi per riconoscere un SMS fake:

  • fare attenzione all’oggetto del messaggio
  • tenere a mente che Poste Italiane non effettua mai comunicazioni del genere attraverso mail ed SMS
  • qualsiasi messaggio nel quale sono richiesti i propri dati personali risulta essere un tentativo di truffa.