WindTre Student Edu 20

WindTre ha dato nuovo linfa al mercato della telefonia italiana. L’arrivo del gestore rappresenta certamente la grande novità dell’anno: dopo una lunga fase di transizione, Wind e 3 Italia hanno deciso di unire in maniera formale le loro reti. Già oggi il provider può beneficiare di un’ampia fascia di utenti.

 

WindTre, dilemma sul 5G: l’arrivo delle nuove reti potrebbe slittare

Alla base dell’offerta di WindTre c’è ovviamente il 5G. Stando a quelle che sono le tabelle di marcia, programmate da mesi, a partire dal prossimo luglio tanti utenti già avranno a disposizione le reti internet di nuova generazione. Tuttavia, lo sviluppo nazionale delle reti 5G proprio in questi giorni – anche a causa delle fake news sulla diffusione del Coronavirus – sta subendo una relativa frenata.

A lanciare l’allarme è Jeffrey Hedberg, CEO di WindTre. In un’intervista a IlSole24Ore Hedberg si dice soddisfatto dei processi fatti per lo sviluppo delle reti 5G, ma al tempo stesso evidenzia due ostacoli. Il primo sulle autorizzazioni con “229 comuni che hanno detto “no” in vario modo agli impianti 5G”; il secondo d’attualità con le “fake news sul legame Covid-5G”.

Parlando sempre in vece degli investitori, inoltre, Hedberg mette in guardia sui possibili ritardi per lo sviluppo del 5G con “il rischio che un’impasse impedisca di raccogliere il ritorno sull’investimento”. 

Per quanto concerne i lavori interni a WindTre, Hedberg fa sapere che il gruppo continua ad essere in prima linea con “6 miliardi di investimenti entro il 2021”. Proprio entro il prossimo anno, la compagnia telefonia – con il conseguente arrivo di smartphone compatibili – garantirà le linee 5G ad un’ampia platea di pubblico.