smartphone-radiazioniOgni smartphone emette radiazioni elettromagnetiche probabilmente causa dell’insorgere di malattie nell’organismo umano (il dibattito è ancora lungo in materia, ma è un’ipotesi più che verificata). Un ente tedesco ha stilato una lista dei modelli più “pericolosi” tra tutti gli smartphone attualmente in commercio, fermo restando che nessuno ha superato il livello massimo imposto di legge.

E’ bene ricordare, infatti, che ogni singolo dispositivo lanciato in Europa viene adeguatamente controllato e deve sottostare ai 2W/kg di SAR; in caso contrario una legge ne vieta la commercializzazione sul territorio. L’acronimo indicato rappresenta il cosiddetto Tasso di Assorbimento Specifico, ovvero misura quanta energia l’organismo assimila per chilogrammo.

Consapevoli del fatto che il 5G non è assolutamente nocivo per l’uomo (almeno, non lo è di più delle normali radiazioni), se foste in possesso dei modelli al primo posto della lista seguente dovete comunque sapere che non rischierete malattie più degli altri. Il consiglio è di seguire sempre il vademecum, indipendentemente dal modello.

 

Radiazioni Smartphone: ecco i terminali con il SAR più alto

  • Xiaomi Mi A1 – il più alto si ferma a 1.75W/Kg.
  • OnePlus 5T – al secondo posto della classifica, si ferma a 1.64W/Kg.
  • Huawei Mate 9 – il vecchio dispositivo dell’azienda cinese non supera 1.64W/Kg.
  • Xiaomi Mi Max 3 – appena giù dal podio si posiziona un terminale non molto diffuso in Europa, in grado comunque di raggiungere 1.58W/Kg.
  • OnePlus 6T – la versione successiva del secondo classificato non va oltre 1.55W/Kg.
  • Honor 8 – 1.5W/Kg.
  • Huawei P9 – giungiamo in fondo alla classifica con 1.49W/Kg.
  • HTC U12 Life – si ferma a 1.48W/Kg.
  • iPhone 7 – ultimo tra i “peggiori”, il terminale raggiunge un SAR di 1.38W/Kg.