virus tax bufala

L’emergenza sanitaria che ha colpito il nostro paese ha letteralmente messo in ginocchio l’intera economia Italiana. Sospendere tutte le attività produttive e non, infatti, ha letteralmente stravolto la nostra quotidianità, confinando nelle proprie abitazioni commercianti e lavoratori di ogni genere. Nonostante la fase 2 avvierà una lenta ripresa, purtroppo sul web continuano a circolare notizie scoraggianti. Oltre alle preoccupazioni legate alla salute e al lavoro, a quanto pare gli Italiani devono iniziare a preoccuparsi di una presunta nuova tassa: la Virus Tax. 

Negli ultimi giorni, infatti, il mondo dei Social è stato invaso da centinaia e centinaia di notizie sconcertanti relative alla nuova imposta, già fortemente criticata da milioni di persone. Mentre tutti commentavano in malo modo queste notizie, però, nessuno ha considerato un fattore fondamentale: la virus tax non esiste. Ad oggi infatti, quest’ultima non è stata ufficializzata in nessun modo. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Virus Tax: idea astratta e per niente confermata dal Governo

E’ diventata una prassi, ormai, speculare nei momenti di difficolta. Un tempo questo lavoro veniva effettuato dagli sciacalli dei terremoti ma, ad oggi, il sistema è diventato un altro. Basta infatti condividere online una fake news per scatenare il panico e guadagnare sulla pelle della gente.

E’ proprio questo, quindi, quello che è successo con la Virus Tax. Nonostante quest’ultima possa essere un’ipotesi, ad oggi non esiste nessuna notizia concreta in merito, il che conferma la falsità di tutte le news pubblicate a riguardo. Lo stesso Governo, di fatto, ha recentemente smentito la notizia attraverso la Vice Ministra Laura Castelli per il Ministero dell’Economia, la quale ha affermato che “Chiunque voglia speculare con false notizie su eventuali tasse, si metta la mano sulla coscienza. Non c’è nulla di più falso. In un momento particolarmente delicato per il paese, mi sento di chiedere un aiuto anche al mondo dell’informazione per isolare le fake news”.