blank

DJI ha presentato Mavic Air 2, il nuovo consumer Drone dal design compatto e di facile utilizzo, dotato di una fotocamera ad alta risoluzione, modalità di volo avanzate, funzionalità di editing in-app e una più lunga autonomia, offrendo un tempo di volo massimo di trentaquattro minuti.

A prescindere dalle abilità e dalla conoscenza del pilota, Mavic Air 2 assicura che l’utente possa sempre esprimere la propria creatività. Questo, infatti, è il primo drone Mavic ad offrire video in 4K @60fps ed alcune funzionalità volte a migliorare la qualità delle immagini, come il supporto all’HDR, 4X Slow Motion in 1080p @120fps, o 8X Slow Motion in 1080p a 240fps. I piloti possono scegliere se catturare le immagini con una risoluzione da 12 megapixel o la nuova funzione ad alta risoluzione da 48 megapixel. Il tutto è supportato da un gimbal meccanico a 3 assi che aiuta a compensare le vibrazioni della fotocamera, per creare filmati fluidi e stabili, anche negli scenari più imprevedibili.

Grazie alla funzione di SmartPhoto, il drone applica una delle tre opzioni di acquisizione delle immagini sulla base della scena analizzata:

  • Foto HDR: acquisisce automaticamente 7 immagini di varie esposizioni, unendole insieme per ottenere un’immagine altamente dinamica.
  • Hyperlight: per scenari in condizioni di scarsa illuminazione, prende e fonde più immagini per crearne una chiara e con meno rumore.
  • Riconoscimento scena: Mavic Air 2 è in grado di riconoscere 5 categorie tra cui tramonti, cieli blu, erba, neve e alberi, ottimizzando le impostazioni per far mettere in risalto il massimo grado di colore, dettagli e toni.

Le immagini così catturate possono poi essere modificate direttamente dall’app DJI Fly che, tra le altre cose, offre una serie di strumenti di editing molto validi.

DJI Mavic Air 2, la sicurezza prima di tutto

DJI ha prestato molta attenzione al tema sicurezza, integrando, in questo dispositivo, una serie di tecnologie e funzionalità volte a rendere l’esperienza di volo quanto più sicura possibile. Anzitutto, Mavic Air 2 è dotato di alcuni sensori in grado di rilevare la presenza di ostacoli nelle vicinanze, emettendo delle notifiche di avviso qualora ci si stesse avvicinando troppo ad un oggetto, e può anche essere impostato in modo che il drone eviti automaticamente il contatto con gli ostacoli, per impedire la collisione.

Sono supportate anche diverse funzioni di atterraggio per le condizioni di illuminazione più critiche, e la tecnologia GEO geofencing per aiutare a mantenere il dispositivo lontano dai luoghi più a rischio ed affollati, come gli aeroporti.

Mavic Air 2 è anche il primo drone consumer di DJI che include la tecnologia AirSense, che offre una maggiore sicurezza avvisando i piloti della presenza di altri velivoli nelle vicinanze. AirSense utilizza la tecnologia aeronautica ADS-B per ricevere segnali da aerei ed elicotteri vicini e mostra la loro posizione sullo schermo di controllo dell’utente, emanando suoni, vibrazioni ed avvisi.

Mavic Air 2 sarà supportato da una serie di accessori aggiuntivi tra cui una borsa a tracolla, set di filtri ND, protezioni dell’elica, custodia protettiva, supporto controller per tablet e copertura del monitor. A causa dei disagi scaturiti dalla diffusione del COVID-19, Mavic Air 2 sarà disponibile inizialmente solo in Cina a partire dal mese di Maggio in due opzioni di acquisto: un pacchetto standard che include Mavic Air 2, una batteria, telecomando e tutti i cavi necessari (849 euro), e l’opzione Fly More che include tutti gli articoli della versione standard come così come una borsa a tracolla, filtri ND, hub di ricarica e 3 batterie (1049 euro).