Solamente qualche ora fa l’antitrust inglese ha dato il via libera alla piattaforma di e-commerce Amazon, che salverà di fatto la piattaforma inglese Deliveroo, recentemente colpita dalla chiusura dei ristoranti a causa della pandemia da coronavirus.

Quest’ultimo ha infatti imposto il lockdown in moltissimi luoghi del mondo, con effetti pesantissimi per tutto il mondo della ristorazione. Purtroppo stava per fare una “vittima” illustre, l’applicazione Deliveroo. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Amazon salverà l’applicazione Deliveroo dalla rovina

L’applicazione Deliveroo è stata salvata di fatto dal colosso di Jeff Bezos, a cui è stato concesso di investire nella società in cordata con una serie di fondi, che complessivamente inietteranno 575 milioni di dollari. Il via libero all’azienda dell’e-commerce di Seattle lo ha dato direttamente la Competition & Market Authority (Cma), Autorità Antitrust del Regno Unito che fino ad ora aveva sospeso questa opzione.

Nel mese di maggio 2019 Amazon aveva lanciato questo progetto di investimento, arrivato dopo che la società aveva deciso di uscire dal business del food delivery per l’incapacità di trovare il giusto spazio all’interno degli Stati Uniti tra i big Grubhub, Uber e moltissimi altri. Il progetto era rimasto nel limbo di una lunghissima analisi dell’Autorità per il controllo del mercato inglese, dubbiosa di dare questo via libera.

Ma il blocco della ristorazione in moltissimi luoghi del mondo indotto dal nuovo coronavirus ha cambiato repentinamente le carte in tavola. Questo perché la società inglese guidata da William Shu non avrebbe retto il calo di traffico, nonostante ai ristoranti sia attualmente concesso di poter cucinare solo per la consegna a domicilio.