3g-addioSenza avere l’intenzione di scatenare un dibattito sul 5G diciamo che le recenti manifestazioni – incentrate sulla più totale e gratuita disinformazione – hanno condotto gli operatori ad una potenziale presa di posizione in merito al tanto discusso addio al 3G.

Tali antenne non hanno più ragione di esistere in luogo di un ormai persistente 4G e della necessitò di navigare a velocità maggiore e con più servizi. Cosa possibile con l’attuale rete ed ancora di più con quella che ha iniziato a manifestarsi in Italia solo ora con il benestare di operatori come TIM e Vodafone.

Molti italiani sceglieranno la rete 5G quale standard di rete privilegiato per l’alta velocità e l’uso di Giga Illimitati. Permarrà ancora il 4G. In tutto ciò lo spazio per la rete 3G non è più disponibile. Ecco a cosa si prepara a lasciare il posto.

 

3G: tutti serviti e riveriti dalla rete ma è tempo di guardare al futuro

Nel futuro non c’è spazio per reti lente. Siamo onesti, ormai nessuno usa più la rete di terza generazione se non in condizioni di ricezione 4G pessime. Di fatto il vecchio standard non garantire un utilizzo ultra broadband della rete. In termini di copertura è un passo avanti ma in quanto a velocità e servizi appartiene a tutt’altra generazione.

Si guarda al futuro in direzione di un discusso 5G che continua ad alimentare le polemiche in Italia e nel resto del mondo. Intelligenza artificiale, machine learning e velocità fuori dall’ordinario saranno routine nell’uso dei network. I gestori hanno già iniziato a proporre le proprie offerte Internet con Giga Illimitati pronti ad abbattere ed unificare i costi di una linea fissa tradizionale alla velocità del 5G.