Il fenomeno delle ping call ha assunto una connotazione molto preoccupante in Europa nel corso delle ultime settimane, in tantissimi utenti si sono effettivamente ritrovati con il credito residuo completamente svuotato, senza nemmeno rendersi conto di cosa effettivamente sia successo.

Sicuramente vi sarà capitato di ricevere telefonate da numeri dell’Est Europa, della Gran Bretagna o del Nord Africa (Tunisia e Marocco in primis), sono chiamate molto strane poiché potrebbero squillare solamente una volta o addirittura vi obbligherebbero a rispondere, per poi interrompere la linea in pochissimi secondi.

 

Ping Call: la truffa svelata e scoperta da Le Iene

La truffa è stata svelata da un recente servizio televisivo del programma Le Iene, l’obiettivo del call center truffaldino sarebbe infatti quello di indurre il consumatore a richiamare il numero, con l’obiettivo finale di svuotare il credito residuo della SIM.

Nel momento in cui infatti risponderanno o completerete la telefonata, verrà stabilito il collegamento ideale per permettere l’accesso al credito salvato, inducendovi a spendere cifre considerevoli in senza che lo abbiate mai effettivamente richiesto.

La truffa, è bene ricordarlo, è completamente scollegata dagli operatori telefonici, nessuno vi può aiutare, né potrete incolpare altri se non voi stessi per essere caduti nel tranello creato alla perfezione dai malviventi.

Per tutelarvi le uniche cose che dovete fare è prestare particolare attenzione a tutti i numeri che cercano di contattarvi, esistono applicazioni in grado di bloccare automaticamente le chiamate riconosciute come SPAM; nel caso finale in cui nutriate dubbi su alcuni numeri, prima di rispondere o richiamare, fate una ricerca in internet, altri utenti vi potranno aiutare.