app video chiamate gratisSiamo in balia dello stallo casalingo. Non è facile vivere isolati ed in solitudine, per alcuni più che per altri. Fortunatamente le app gratuite per la gestione delle video chiamate ci vengono in aiuto. Rappresentano un tassello essenziale per annullare virtualmente le distanze. Tra loro esistono sostanziali differenze ma abbiamo comunque 10 scelte su cui puntare per sentirci più vicini. Ecco quali sono le migliori.

 

Le migliori app per video chiamare in alta qualità e gratuitamente

Iniziamo con il consigliare l’utilizzo di una rete WiFi 5 GHz piuttosto che un network 2.4 GHz. Questa connessione è da scegliere in quanto garantisce maggiore velocità a fronte di una portata di linea più limitata per la distanza. Seconda cosa è l’uso di una cuffia oppure di un più comodo auricolare in modo tale da ottenere anche un minimo di privacy ed un audio più diretto. Ove possibile, infine, scegliamo di connetterci ad una connessione illimitata in quanto il traffico dati consumato dalle app sarà ingente a causa dello streaming del segnale audio e video in alta qualità. Ed ora passiamo alle proposte più gettonate.

  • Facetime: funziona sui dispositivi Apple ed ha una portata limitata a 32 utenti contemporaneamente su iPhone, iPad e Macbook. Qui ci si può divertire convertendo il proprio volto in una MeMoj.
  • Duo: made by Google. Si configura come un’app abbastanza stabile che funziona sui dispositivi Android tanto quanto sui PC via browser. Il limite è di 8 persone alla volta e se avete un Pixel Phone potete divertirvi con fantastici effetti AR.
  • WhatsApp: Qui il limite per la famosa app è di 4 utenti da poter gestire su tutte le piattaforme mobile. Manca la funzione nella versione web dell’app.
  • Skype: la regina dei meeting e delle videoconferenze. Di appartenenza Microsoft consente di gestire in contemporanea 4 amici anche se supporta 50 utenti. Tanti pi si avvicina a tale numero tanto più la qualità ne risente. Funziona anche da browser semplicemente inviando un link di invito al gruppo.
  • Zoom: il nuovo concorrente di Skype rispetto al quale raddoppia la portata degli utenti visualizzando allo stesso tempo la medesima quantità. La versione gratuita è limitata ad un massimo di 40 minuti di conferenza video.
  • Houseparty: massimo 8 persone che scherzano e si divertono con un’app che richiede la registrazione. Ultimamente è divenuta parecchio famosa tra milioni di utenti.
  • Hangouts: unico servizio oltre a Zoom che garantisce 100 persone alla volta con una visualizzazione a schermo di 4 finestre di amici con opzione Meet. Comoda in quanto basta un account Google e pochi click per entrare in contatto con le persone care.
  • Teams: ancora Microsoft con un gettonatissimo applicativo da usare sia per lavoro che per studio oltre che per semplice passatempo. Non nasce per el video chiamate ma si presta bene al nuovo servizio appositamente creato.
  • Messenger: creato da Facebook e popolato da una vasta comunità di seguaci che possono riuscirsi a gruppi da 8 per affrontare con serenità l’isolamento sanitario.
  • Instagram: ve ne sarete scordati ma si può ancora usare per fare video chiamate con i follower. Non la prima scelta ma un buon punto di partenza per gli iscritti al sistema social.