blank

Mad Catz nella giornata odierna ha presentato due nuovi headset pensati per i videogiocatori e offrire loro un’esperienza sonora di altissimo livello, nomi in codice F.R.E.Q. 2 e F.R.E.Q. 4, entrambe condividono caratteristiche indispensabili per ogni gamer ma si differenziano per altri punti vista, con il primo modello che ha l’obbiettivo di offrire audio di estrema qualità ad un prezzo accessibile, mentre il secondo si attesta tra i top di gamma.

F.R.E.Q. 2

Il primo modello esordisce come un modello entry-level che offre agli utenti una buonissima esperienza senza però gravare troppo sul prezzo.

Parliamo di una cuffia stereo equipaggiata con una coppia di driver al neodimio da 40mm e un microfono integrato e retraibile nel padiglione sinistro, quando non viene usato può essere ritirato interamente nel padiglione in modo tale da eliminare l’ingombro spaziale.

Le cuffie sono collegabili alle periferiche di input direttamente tramite il classico spinotto da 3,5mm, cosa che le rende compatibili con tutte le periferiche da gioco e non oggi in commercio.

Sul cavo di collegamento è anche presente una comoda tastiera di comando per gestire l’audio e silenziare il microfono all’evenienza.

Punto fondamentale per Mad Catz è invece il design e l’ergonomia, infatti il produttore ha dotato le cuffie di una comoda asta autoregolante e rivestita di memory foam, che ritroviamo anche nei padiglioni che circondano le orecchie, tale materiale consente di indossare le cuffie per ore senza timore che inizino ad essere un fastidio.

F.R.E.Q. 4

Le cuffie FREQ 4 invece costituiscono la versione top di gamma della famiglia, condividendo tutto quello che abbiamo visto nel modello precedente ma con alcune implementazioni che le rendono decisamente più performanti.

Le cuffie in questione infatti hanno un collegamento USB Type-A decisamente più adeguato a gestirne le funzioni più avanzate.

L’headset preso in esame monta un driver al neodimio di 50mm di diametro e aggiunge il supporto all’audio 7.1 virtuale gestibile attraverso il software proprietario F.L.U.X, il quale consente non solo di gestire l’audio, ma anche l’illuminazione RGB , assente sulle FREQ 2.

Anche in questo caso sul cavo di collegamento abbiamo una tastiera di comando, che in questo caso aggiunge un pulsante dedicato all’audio 7.1.

Mad Catz non ha ancora dichiarato nulla riguardo il prezzo di listino delle due cuffie.