Dopo aver visto il finale della quinta stagione della serie TV Better Call Saul, moltissimi fan si sono chiesti quando la piattaforma di contenuti in streaming Netflix lancerà la sesta ed ultima stagione.

La quinta stagione ha cambiato ulteriormente la posta in gioco per Jimmy McGill, alias Saul Goodman e di tutti coloro con cui interagisce. Scopriamo ora maggiori dettagli sull’ultima stagione.

 

Netflix: ecco quando lancerà l’ultima stagione di Better Call Saul

Secondo Bob Odenkirk, intervistato da Entertainment Weekly in occasione della messa in onda americana su AMC qualche giorno fa, lo staff sarebbe attualmente al lavoro sulla scrittura della nuova stagione. Al momento però non sarebbe ancora chiaro quando sarà fisicamente possibile iniziare le riprese, essendo state tutte bloccate per la pandemia da coronavirus.

A questo punto possiamo presupporre che Better Call Saul 6 possa essere pronta non prima della seconda metà del 2021 con la solita formula, ovvero un episodio a settimana su AMC, disponibile su Netflix fuori dagli Stati Uniti il giorno dopo. Su quanto potrebbe accadere invece nella sesta stagione, Entertainment Weekly ha intervistato Bob Odenkirk (Jimmy/Saul) e Rhea Seehorn (Kim Wexler) sull’evoluzione dei due personaggi nel finale della quinta stagione.

Ha destato particolare curiosità il fatto che Kim proponga al marito una strategia decisamente pericolosa e reagisca all’incredulità di lui imitando i gesti di Saul. Per Better Call Saul 6 i fan sperano ancora in camei di Aaron Paul e Bryan Cranston, che sarebbero possibili nella sesta stagione quando ci sarà la sovrapposizione cronologica con la serie madre. Non ci resta a questo punto che attendere maggiori indiscrezioni.