radiazioni smartphone

L’Ufficio Federale Tedesco per la Protezione delle Radiazioni ha il compito di controllare ogni smartphone sviluppato dalle varie aziende telefoniche specializzate in produzione di dispositivi prima di essere disponibile sul mercato mobile. In particolare, ha il compito di verificare il Valore SAR di ogni modello, un valore che indica quante radiazioni assorbe il corpo umano quando è esposto ad un campo elettromagnetico.

Secondo alcuni ricercatori controllare questo valore del proprio smartphone potrebbe essere utile per scoprire la pericolosità del proprio dispositivo, in assenza di risultati scientifici concreti e univoci. Ecco alcuni modelli e il rispettivo valore SAR grazie alla lista pubblicata da Statista, una nota testata tedesca.

Smartphone non pericolosi e pericolosi: ecco quali sono e il loro valore SAR

I dispositivi mobili con un SAR basso e, dunque, definiti meno pericolosi perché rilasciano una quantità di radiazioni decisamente poco elevata sono i seguenti:

  • Samsung Galaxy Note 8 con 0,17 W/kg;
  • ZTE Axon Elite con 0,17 W/kg;
  • Samsung Galaxy A8 con 0,24 W/kg;
  • LG G7 con 0,244 W/kg;
  • Samsung Galaxy A30 con 0,246 W/kg;
  • Samsung Galaxy S8+ con 0,26 W/kg;
  • Samsung Galaxy S7 edge con 0,26 W/kg;
  • Samsung Galaxy A50 con 0,27 W/kg;
  • Essential PH-1 con 0,28;
  • HTC U11 Life con 0,28 W/kg.

Gli smartphone, invece, definiti potenzialmente pericolosi perché hanno un SAR alto sono i seguenti:

  • Xiaomi Mi A1 con 1,75 W/kg;
  • OnePlus 5T con 1,68 W/kg;
  • Huawei Mate 9 con 1,64 W/kg;
  • Xiaomi Mi Max 3 con 1,58 W/kg;
  • ASUS ZenFone 6 con 1,57 W/kg;
  • OnePlus 6T con 1,55 W/kg;
  • Honor 8 con 1,5 W/kg;
  • Huawei P9 con 1,49 W/kg;
  • HTC U12 Life con 1,48 W/kg;
  • Huawei P9 Plus con 1,48 W/kg.