RC auto e moto sospese

Il lockdown istituito a causa dell’emergenza sanitaria in tutto il Paese sta iniziando a far risentire i suoi risvolti: sebbene l’economia abbia preso un piccolo respiro di sollievo con l’apertura di specifici negozi, sono molte le famiglie e i cittadini che stanno avendo problematiche finanziarie e che, purtroppo, non sanno come affrontare i diversi pagamenti a loro intestasti. A far fronte a tale situazione, un nuovo testo di legge integrato nel decreto “Cura Italia” porterebbe delle notizie positive sulle RC Auto. 

Stando alle ultime speculazioni, sembrerebbe ufficiale che le assicurazioni su auto e moto resteranno bloccate fino al 31 luglio; inizialmente assunto come un provvedimento per le ex zone rosse, infatti, oggi lo stesso si estende alla nazione intera. 

RC Auto: bloccate fino al 31 luglio le assicurazioni 

Attraverso le nuove disposizioni rese pubbliche, tutti gli assicurati interessati a tale provvedimento potranno richiedere la sospensione del contratto fino al 31 luglio. A tal punto, però, bisogna specificare che tale azione potrà essere effettuata solo nei confronti di veicoli non utilizzati, fermi ed in ogni caso al riparo da qualsiasi forma di sinistro

Sotto tale punto di vista, inoltre, gli automobilisti non devono sentirsi scoraggiati visto che sono le stesse compagnie assicuratrici a starsi muovendo: diverse, negli ultimi giorni, hanno promesso iniziative specifiche a favore dei propri clienti. Non sono mancante, inoltre, proposte anche da varie associazioni come, ad esempio, l’Asaps che è associazione amici polizia stradale, la quale ha presentato l’idea di fornire a tutti gli automobilisti un bonus  “paghi 11 mesi e sei assicurato per 12, da incrementare nel caso il fermo si protragga”.