ANdroidAlcuni ricercatori Android hanno scoperto una pericolosa lista di 100 app infette che possono provocare seri danni al telefono. Sono state pizzicate nel Play Store ed installate quasi 70 milioni di volte dagli ignari utenti. Create da un team di 27 sviluppatori palesemente non attendibili sono risultate essere un ver e proprio rischio per la privacy e la sicurezza. Conviene non scaricarle e scoprire come difendersi.

 

Android è pieno di virus: ecco le app malate da non avere sul telefono

Cybernews ha portato alla luce le analisi fatte a proposito degli standard di sicurezza per alcune applicazioni ora in BLack List dopo lo scandalo permessi. Grazie a qualche click inconscio gli utenti hanno aderito alla lettura ed alla manipolazione dei dati personali contenuti nei propri dispositivi.

Le suddette app Android malevole hanno scardinato il firewall di protezione leggendo i nostri dati per poi rubarli ed immetterli nel Dark Web. Imbottite di pubblicità hanno rappresentato una vera e propria spine nel fianco dell’utenza. I telefoni hanno consumato batteria garantendo guadagni per migliaia di dollari al mese ai sedicenti sviluppatori. Alcune di essere non sono altro che app clonate di altri sviluppatori formalmente riconosciuti dalla comunità.

Tra queste ci sono Call Recoder che molti usano per registrare le telefonate ed app per la pulizia della memoria che vogliono accedere alla posizione GPS ed altre che ottengono il permesso di leggere i nostri dati dai file. La costante è tanta pubblicità e poca sicurezza.

Se avete installato una delle seguenti applicazioni dovete prestare attenzione. Revocatele dal telefono anche se sviluppate da uno di questi sviluppatori:

  • Virgilo Malley,
  • Daniel Malley,
  • Alex Joe,
  • Hudson Parker,
  • Wilfred Wessner,
  • Adaline Garraway,
  • Armel Bilton,
  • Noble Gracious,
  • Arrow Frankie,
  • Lukas Podolskies,
  • Rusty Mari,
  • Weldon Hazeltine,
  • Jacinto Macias,
  • Flavia Sleeman,
  • Douglas Morace,
  • Dulcie Lawing,
  • Kylian Mbapee,
  • ProCam – HD Camera,
  • Evan Well,
  • Samuels Dynamo,
  • Fruit VPN – Better Connect,
  • Carrie Waters,
  • Antoine Kenyon,
  • Darry Cowlly,
  • Gaspard Aden,
  • Alfred Persen,
  • Hwan Seon.

Cosa bisogna fare per non cadere nelle truffe Android? Semplice, occorre:

  • leggere le recensioni
  • controllare i permessi richiesti
  • valutare la reputazione del developer