migliori app per chat e telefonate segrete

Scopriamo insieme le migliori app di messaggistica istantanea, ponendo subito un distinguo su quale di queste sia veramente sicura. Un’app di questo genere deve proteggere le nostre conversazioni, i fle che scambiamo e tutti i nostri dati personali, per questo la crittografia end-to-end potrebbe non bastare.

L’uso della crittografia ci ha permesso di cifrare i messaggi e le telefonate rendendoli virtualmente illeggibili a chiunque si ponga nel mezzo tra gli interlocutori. App come WhatsApp, Telegram, Signal e Confide implementano questa protezione alla stregua di Facebook Messenger. Tuttavia chat e telefonate non possono essere protette con certezza assoluta, specialmente se le società che implementano la sicurezza non controllano quella del vostro smartphone.

Vediamo insieme le migliori app.

 

Telefonia: le 5 migliori app per le chat e telefonate segrete

  • Telegram è un servizio di messaggistica istantanea creato dai fratelli russi Pavel e Nikolai Durov, e vanta l’uso sapiente che fa della crittografia end to end. Il tipo di licenza software GPL permette di distribuire il codice su diverse piattaforme, mentre l’app è in grado di gestire canali e gruppi ad alta frequentazione senza problemi. Da notare che questa chat è molto utile anche alle aziende, poiché le sue API aperte agli sviluppatori hanno permesso l’introduzione degli account Bot per gestire servizi con risposte immediate e automatizzate. Le funzioni assistite sono relative alla distribuzione di news, alla consultazione di opere letterarie o degli articoli della Costituzione.
  • WhatsApp ha introdotto la crittografia end to end poco dopo Telegram su tutti i dispositivi su cui gira il software. L’impossibilità di una decodifica delle conversazioni da parte di occhi e orecchie indiscreti l’ha resa più sicura e, al netto delle polemiche sulla privacy, è tuttora quella più usata.
  • Signal si è distinta in questi anni per essere completamente open source, e adotta la crittografia end to end su tutti i processi di sharing di dati e comunicazioni tra utenti. I creatori di Open Whisper System hanno implementano recentemente anche le videochiamate cifrate. La differenza tra Signal e Whatsapp è che l’app non conserva i metadati delle comunicazioni utili a tracciare le attività delle persone nel tempo, ma registra solo l’ultima connessione al server. L’app non fa mai il backup dei messaggi inviati, non invia numeri o altri pacchetti in chiaro al server ed è la peggiore nemica dei governi dittatoriali.
  • Confide, per chi non la conoscesse, usa la crittografia end to end per evitare come tutti che un malintenzionato possa leggere il contenuto dei nostri messaggi i quali, una volta arrivati a destinazione, vengono distrutti dal sistema stesso. Confide ha come obiettivo la privacy totale dell’utente, inoltre non consente screenshot dell’utente e fornisce persino una funzionalità che consente di “ritirare” i messaggi non ancora letti dall’interlocutore.
  • Facebook Messenger ha introdotto le sue “Secret Conversations”, un sistema di crittografia che rende il servizio a prova di curiosi avviando una conversazione segreta con l’icona del lucchetto nel profilo dell’interlocutore in chat. In più si può decidere quanto tempo deve passare prima che il bmessaggio si autodistrugga da solo. La modalità segreta va però attivata manualmente per ciascuna conversazione.