antenne

Nell’era del 4G e di sicuro con l’arrivo del 5G, i luoghi dove poter installare le antenne dei vari TIm, Wind Tre e Vodafone sarà determinante ai fini della copertura tramite onde MIMO, ovvero quella trasmissione non penetrante gli ostacoli per le corte frequenze. Dunque, le aziende avranno sempre più bisogno di spazi per migliorare il servizio di copertura territoriale, tanto da pensare di installare antenne a pagamento su terrazzi e tetti dei privati cittadini.

Il posto da scegliere dipende dall’altezza dell’edificio, dalla conformazione del sito e dall’accesso per la manutenzione, ma si dice che le compagnie telefoniche sarebbero disposte a pagare ai privati fino a 25 mila euro annui.

 

Antenne Tim, Wind, Tre e Vodafone: installandole si ricevono molti soldi

Il cliente ideale di TIM, Wind Tre e Vodafone non sono certo i condomini, perché non a torto mettere d’accordo tutti è complicato, ma si punta alle case di privati in palazzine indipendenti. Ma nel mirino degli operatori ci sono anche dei terreni incolti sono perfetti per servire allo scopo. E se state leggendo questo articolo sappiate che gli annunci sui siti immobiliari sono già numerosissimi. 

Ovvio che ci sono alcune condizioni normative da rispettare, poiché a seconda del comune in cui è sita la casa o il terreno ci sono delle regole di distanziamento delle antenne da luoghi come ospedali, case di cura, scuole e asili nido. Ma alcuni cittadini già interessati dal fenomeno lamentano che alla fin fine basta la presentazione di una regolare DIA e una formale richiesta da parte della compagnia telefonica che affitta lo spazio per ottenere licenza di installazione.

Questo fenomeno favorisce gli operatori telefonici, non costretti a pagare cari degli spazi strategici per le loro antenne, mentre qualche cittadino arrotonda il proprio reddito con un piccolo gruzzolo.