virus taxLa Virus Tax non si farà, se nelle scorse settimane avete letto in rete del possibile prelievo forzoso dai conti correnti degli utenti, sappiate che siete caduti a tutti gli effetti in una fake news creata a regola d’arte per prendersi gioco della maggior parte di noi.

Il World Wide Web è indiscutibilmente una delle invenzioni più grandiose del ventesimo secolo, ma allo stesso tempo nasconde al proprio interno insidie e tantissima disinformazione. In pochissimi giorni, infatti, una notizia ha letteralmente gettato nello scompiglio milioni di noi, temendo l’avvicinarsi di una virus tax imposta dal Governo Italiano per sopperire alle enormi spese nazionali a causa del Coronavirus.

 

Virus Tax: in cosa consiste e perché ha fatto scalpore

Secondo quanto era possibile leggere in rete, lo Stato verso la fine dell’anno avrebbe attuato un prelievo forzoso dal conto corrente degli utenti (come accadde all’inizio del 2000 con l’Eurotassa del Governo Prodi), proporzionato ai redditi delle famiglie stesse. Tutti saremmo stati coinvolti, e non avremmo in nessun modo avuto la possibilità di evitare il pagamento.

Immediata è stata la risposta di chi si trova attualmente al Governo, in un periodo così precario delicato, sarebbe sensato cercare di evitare di scaldare gli animi o incrementare le preoccupazioni di tutti noi. Se arrivati a questo punto aveste ancora dei dubbi, sappiate che la virus tax non si farà, la risposta è stata offerta ufficialmente dallo Stato Italiano, non preoccupatevi.

Raccomandiamo infine di prestare sempre la massima attenzione a ciò che leggete in rete, controllate le fonti e combattete con noi le fake news.