. Una toilette intelligente munita di una serie di telecamere può essere in grado di rilevare i primi segnali di allarme per il cancro e altre gravi malattie. Questo è quanto constato da alcuni scienziati negli Stati Uniti.

I ricercatori della Stanford University hanno costruito una smart toilette, un dispositivo che include una fotocamera rivolta verso l’alto, strisce reattive e intelligenza artificiale per analizzare le feci e l’urina. La tecnologia di rilevazione della malattia potrebbe annullare i tradizionali test delle feci. Quindi, potrebbe rivelarsi particolarmente utile per le persone che sono geneticamente predisposte a determinate condizioni.

Il retro di una normale toilette diventa quindi il luogo ideale per un insieme di gadget necessari per eseguire i test (come mostrato nell’immagine sotto), insieme a un’app che analizza i dati e mostra i risultati. I ricercatori che lo hanno sviluppato sperano che un giorno farà parte del bagno di casa medio. La toilette rientra in una categoria di tecnologia nota come monitoraggio continuo della salute. Categoria che include dispositivi come smartwatch e fitness tracker. La toilette intelligente è unica rispetto ad altri dispositivi di monitoraggio della salute in diversi modi, inclusa la sua capacità di identificare ogni singolo utente attraverso i suoi dati biometrici.

Realizzata la toilette intelligente, con una fotocamera al suo interno che permette di individuare precocemente eventuali malattie

Sappiamo che sembra strano, ma a quanto pare, analizzare feci ed urine in questo modo è importante. Il nostro concetto risale a oltre 15 anni fa“, ha detto Sanjiv Gambhir, il professore di Stanford dietro l’ideazione del progetto. “Il vantaggio di una toilette intelligente è che, a differenza dei dispositivi di altro genere, non puoi farne a meno. Tutti usano il bagno – non c’è davvero modo di evitarlo. Questo aumenta il suo valore come dispositivo di rilevamento delle malattie”.

Il professor Gambhir precisa che la toilette non dovrebbe essere vista come un sostituto di un medico, o addirittura di una diagnosi. Idealmente i dati sarebbero inviati privatamente agli operatori sanitari per determinare qualsiasi azione necessaria. “Abbiamo adottato misure rigorose per garantire che tutte le informazioni quando inviate ai fornitori di assistenza sanitaria, siano protette dalla legge sulla portabilità e responsabilità dell’assicurazione sanitaria”.

La toilette intelligente è già stata testata su 21 persone nel corso di diversi mesi. Si spera che sarà in grado di monitorare fino a 10 diverse condizioni di salute e malattie, tra cui diabete, malattie cardiache e alcuni tumori. Una delle maggiori sfide sarà l’accettazione da parte degli utenti. Sebbene, un sondaggio condotto su 300 potenziali utenti ha scoperto che il 37% delle persone era “piuttosto a proprio agio” e il 15% era “molto a suo agio” con l’idea di utilizzarlo per motivi di salute. Questa nuova tecnologia è descritta dettagliatamente in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Nature Biomedical Engineering.