vodafone

La chiusura del 2019 è stata caratterizzata da una nuova tornata di rimodulazioni, che si preannunciava non essere l’ultima. In effetti nella prossima settimana assisteremo all’aumento dei costi di alcune offerte Vodafone, con un contributo aggiuntivo fino a 4,98 euro.

Già a gennaio si erano verificati altri rincari a carico di alcuni operatori, ma ora per Vodafone è il momento di tornare alla carica avvisando i propri clienti che alcune offerte subiranno un incremento nella quota da corrispondere mensilmente.

D’altronde, modificare in itinere i costi delle offerte è una pratica comune a tutti gli operatori presenti sul territorio italiano, che si tratti di Tim, Vodafone, WindTre (neonata compagnia derivante dalla fusione dei brand Wind e Tre), tranne il nuovo gestore Iliad che mette a contratto di non effettuare rimodulazioni.

Aumenti in Vodafone: ecco quali clienti sono stati colpiti dal 27 marzo

Le rimodulazioni hanno interessato un nucleo di clienti con linea mobile Vodafone, in particolare chi abbia sottoscritto le offerte Vodafone Digital, Special 600 e Special 1000 4GB. La novità in questa rimodulazione consiste nel fatto che i clienti sono stati reindirizzati alle offerte Easy Special con 50 GB o GB illimitati, con aumenti che a seconda dell’offerta precedentemente sottoscritta possono dunque variare da 1,50 euro fino a 4,98 euro al mese.

Vodafone ha inviato ai clienti interessati dalla modifica unilaterale una comunicazione ufficiale via SMS, ed è visibile anche sulla pagina Vodafone Informa del sito ufficiale.

Essendo ormai trascorso il limite entro cui esercitare il diritto per recedere dal contratto, qualora non si fossero volute accettare le nuove condizioni e la rimodulazione in atto, è ormai necessario sottostare all’aumento per non pagare penali laddove si decidesse di interrompere il contratto.