call centerI call center continuano ad offrire le loro offerte telefoniche imperdibili ai consumatori, ma purtroppo ci sono ancora operatori telefonici che mettono in atto subdoli metodi per attivare molto più facilmente un contratto telefonico.

Queste truffe telefoniche sono ormai risapute e sono il motivo principale per cui i consumatori diffidano dal telemarketing e dalle loro proposte telefoniche. A tal proposito, una nuova truffa telefonica ha colpito numerosi consumatori che si sono ritrovati da un momento all’altro con un nuovo contratto telefonico nonostante il loro palese rifiuto.

Call center: le truffe telefoniche colpiscono ancora tantissimi consumatori

La nuova truffa telefonica ideata da alcuni operatori telefonici consiste inizialmente nell’effettuare delle domande personali per dare inizio ad una conversazione telefonica piacevole come: “Sto parlando con la signora Maria Rossi? Lei si trova in Liguria?”

Queste domande sono poste per un solo e unico scopo, registrare le risposte “si” e “no”. Una volta effettuati questi passaggi, gli operatori telefonici iniziano con la contrattazione proponendo l’offerta telefonica in questione e utilizzano le risposte precedentemente registrate soltanto in caso di rifiuto.

Gli operatori telefonici, con le risposte registrate possono comunque attivare un contratto telefonico nonostante i rifiuti palesi delle vittime. Proprio per questo motivo molti consumatori si sono ritrovati con un contratto telefonico mai richiesto e legati ad un’altra azienda.

È molto importante prestare attenzione durante le chiamate a scopo commerciale visto che non si possono conoscere le intenzioni degli operatori telefonici. Molto importante, inoltre, non perdersi in chiacchiere e non rispondere mai con delle risposte secche come “si” e “no”.