credito sim svuotato truffa compagnie telefoniche

Sono molteplici i malintenzionati che sfruttano il momento di crisi nazionale per mettere in atto centinaia e centinaia di truffe digitali. Dalle Fake News al phishing, fino ad arrivare alle truffe bancarie, ormai nel nostro paese il raggiro è dietro l’angolo. Da alcune settimane, però, una nuova truffa si è insidiata fra i consumatori Italiani colpendo direttamente le utenze telefoniche.

Si tratta quindi di un vecchio raggiro, conosciuto ormai da molti, ma modificato in chiave moderna. Anche se la truffa si presenta prosciugando banalmente il credito telefonico della vittima, in realtà gli Hacker che si nascondono dietro queste ultime hanno ideato un metodo per colpire maggiormente le proprie prede.

Attraverso le molteplici informazioni pubblicate sui profili social, infatti, i truffatori riescono a clonare le SIM delle vittime scelte. Si tratta quindi del SIM Swap Scam, una classica truffa di SIM clonate, rivisitata però dai Cyber Criminali che, di fatto, sfruttando i numeri telefonici delle vittime per colpire anche i conti correnti. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

SIM Swap Scam: dalle SIM clonate ai conti correnti

Nonostante il processo di clonazione di una Sim risulti lungo e complesso, i Cyber criminali non si perdono certo d’animo. Dopo aver raccolto tutte le informazioni necessarie, quindi, questi ultimi contattano l’operatore telefonico della vittima fingendo di aver smarrito la Sim. Nel momento in cui la nuova scheda telefonica viene consegnata nelle mani del truffatore, accedere al conto bancario della vittima diventa un gioco da ragazzi. Attraverso il numero certificato dell’utente, infatti, questi ultimi contattano la banca della vittima e, in pochi minuti, richiedono una password temporanea per accedere ai servizi di Home Banking.