IPTV: Sky e DAZN in versione pirata hanno rovinato 220 utenti italiani

L’IPTV è l’argomento che tiene banco ormai da diverso tempo per quanto riguarda la Pay TV. Ovviamente il metodo suddetto è del tutto illegale ma gli utenti sembrano non dare importanza a quello che non è un aspetto secondario.

Alcuni, dopo le indagini delle Forze dell’Ordine sono stati beccati in flagrante ed ora saranno costretti a pagare in varie forme.

Per avere le migliori offerte di ogni genere del mondo Amazon, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare subito.

 

Con l’IPTV gli utenti non solo risparmiano: ecco anche i rischi che corrono tutti coloro che sposano la pirateria

Ogni volta che si parla di IPTV, gli utenti non fanno altro che discuterne l’incredibile convenienza in termini economici. Ovviamente quasi tutti ignorano le conseguenze, come i 220 utenti italiani che sono stati beccati. Per loro multa o reclusione e soprattutto la consegna dei dispositivi usati per la visione. 

“Per fortuna viviamo in un paese civile, in cui chi sbaglia paga. Complimenti alla Guardia di Finanza e all’Autorità giudiziaria per il grande risultato conseguito con questa operazione – ha dichiarato De Siervo, ad della Lega Serie A. Da mesi La Lega Serie A ha dichiarato guerra alla pirateria perché è un fenomeno criminale alimentato spesso da utenti inconsapevoli del reato che stanno commettendo e delle gravi conseguenze cui vanno incontro. Oggi, per la prima volta, sono stati denunciati oltre duecento consumatori finali, questo fatto rappresenta una svolta epocale nella lotta contro questa piaga, a tutela di tutti i club e dei tifosi che onestamente si abbonano per seguire le partite del nostro campionato”